22 maggio 2021 – Next Generation Eu, Evento del PD. L’Europa dopo la Pandemia, di Mauro Rotondi





Next Generation Eu, Evento del PD. L’Europa dopo la Pandemia, di Mauro Rotondi

L’evento di Giovedì 20.5 organizzato in diretta facebook dal Partito Democratico di Saronno ha visto protagonista l’Europa. Un dibattito moderato da Mauro Rotondi, consigliere Comunale, con il sindaco Augusto Airoldi, il segretario del circolo Rino Cataneo e Marialuisa Cremonesi del direttivo. Ospiti d’eccezione Brando Benifei, Eurodeputato del Gruppo Socialisti Europei e Capo delegazione dei Parlamentari Pd e Carmine Pacente, Consigliere Comunale a Milano e responsabile delle politiche Europee per Anci Lombardia. La serata ci ha permesso di approfondire un tema di stretta attualità come quello dei Fondi europei, grande opportunità di rilancio per il futuro dell’Europa e di riflesso per l’Italia e per gli enti locali. Brando e Carmine sono interlocutori non da poco e artefici in prima linea del cambiamento; Brando è stato ed è protagonista a Bruxelles nella creazione di Next Generation Eu oltre a essere in prima linea sui temi dei diritti e della solidarietà, Carmine si occupa da anni di intercettare e trasferire agli Enti locali le risorse europee per i vari progetti; Milano, in questi anni, ha avuto un boom importante anche grazie al suo prezioso contributo.
La possibilità di una manovra espansiva di bilancio varata dalla Commissione Europea con emissione di titoli europei spinge oggi l’Europa verso la tanto auspicata riforma del funzionamento delle istituzioni comuni. Bilancio Europeo, Politica fiscale comune, unione politica sono giocoforza obiettivi da porsi. L’ingente quantità di risorse in arrivo è un gesto obbligato di sopravvivenza e allo stesso tempo diventa anche un segnale di rottura nei confronti della mai amata Europa del patto di stabilità e dell’austerità.
Next Generation Eu diventa oggi una scommessa politica per confermare la bontà del progetto Europeo e dei principi comunitari. L’iniezione straordinaria di denaro, circa 750 miliardi di Euro, è la più importante linea di credito della storia dell’UE. Come spiegato da Brando e Carmine, Next Gen Eu si traduce in vari piani di intervento per diversi settori (digitale, transizione Ecologica, infrastrutture, inclusione e Coesione sociale) e si affianca ad altre importanti linee di intervento come Sure (cassa integrazione europea), Mes (Sanità), Bei (sostegno alle PMI) oltre agli investimenti ordinari già previsti dal piano settennale europeo e dagli investimenti dei governi nazionali già previsti dai bilanci. Crediti in parte a fondo perduto e in parte a prestiti agevolati con termini di restituzione spostati di 20 anni. Una somma imponente di risorse.
La Pandemia, con gli ingenti Fondi, ci offre oggi l’opportunità di creare posti di lavoro in nuovi settori e di Risocializzare la ricchezza pubblica pianificando un’Economia fondata su nuovi valori. Nell’auspicio di tornare ai valori del manifesto di Ventotene, quando i fondatori unirono i popoli Europei sulla base della Solidarietà, dei diritti, della visone comune e della valorizzazione dei territori secondo i principi federali. Superare definitivamente i meccanismi decisionali paralizzanti (vedi il sistema dei veti usati in Consiglio Europeo da Polonia e Ungheria) e il Fiscal Compact (ora temporaneamente sospeso) sembra una strada senza ritorno.
Oggi l’Italia, prima beneficiaria per quantità di risorse, ha una grande occasione. Se l’Italia non riparte il problema sarà di tutti gli altri paesi. Per alcuni paesi, vedi Germania, siamo fornitori, per altri rappresentiamo un mercato. Sarà dunque importante creare progetti sostenibili per ottenere i sospirati fondi. Il PNRR nazionale detterà la linea e i criteri ma è chiaro fin da ora: i Fondi verranno concessi non una tantum ma ad avanzamento lavori e qui starà la bravura di progettisti e attuatori nel redigere ma anche nel seguire e rendicontare i progetti.
Per gli Enti locali e per Saronno si apre ora un nuovo scenario di possibilità da cogliere per progettare il futuro con scelte da compiere oggi per i prossimi anni. Per il PD si apre invece l’opportunità di diventare riferimento di Comuni ed enti locali per i fondi europei. Fare formazione su Next Generation Eu e favorire la diffusione del tema sui territori è oggi una strada da percorrere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *