(19 novembre 2019) – Funanboli della parola: Finesettimana a Tetro con Beppe Severgnini e Alessandro Bergonzoni

FUNAMBOLI DELLA PAROLA: FINESETTIMANA A TEATRO CON BEPPE SEVERGNINI e ALESSANDRO BERGONZONI

Due grandi professionisti, sapienti utilizzatori della parola, narratori del nostro tempo e affabulatori si passeranno il testimone sul palco del teatro Giuditta Pasta durante il weekend.

Venerdì 22 novembre, alle ore 21.00, Beppe Severgnini porta in scena le trasformazioni nei media a cavallo dei due secoli. Lo spettacolo “Diario sentimentale di un giornalista” si ispira al suo ultimo libro, Italiani si rimane.

Severgnini racconterà le trasformazioni nei media a cavallo dei due secoli filtrandole attraverso le sue esperienze professionali e personali. Una narrazione intima e ironica e una sorprendente messa in scena musicale che si avvale dell’apporto della giovane artista radiofonica Serena Del Fiore alla consolle. Un viaggio dentro al cambiamento – personale, professionale, nazionale e musicale: dalla scuola di Montanelli a via Solferino, dal primo articolo per La Provincia di Cremona al New York Times, dai libri alla radio, dalla televisione alla direzione di 7 – Corriere della Sera. Beppe Severgnini parla del tempo che passa, del legame con la terra e la famiglia, del piacere di insegnare e veder crescere nuovi talenti. Il racconto e le letture dell’autore saranno accompagnati da una colonna sonora. Perché i Talking Heads e Bruce Springsteen, The National e Franco Battiato sono anche occasioni professionali. E hanno riempito la vita di molti.

Sabato sera, 23 novembre (ore 21.00), vedrà il ritorno sul nostro palco di Alessandro Bergonzoni con il suo ultimo lavoro teatrale: “Trascendi e Sali”.

In questa innovativa opera, Bergonzoni tratta tematiche impegnative, senza però abbandonare quella particolare comicità che lo ha contraddistinto nel corso degli anni.  “Trascendere”: oltrepassare i limiti della realtà per raggiungere una nuova dimensione dalla quale guardare il mondo da un’altra prospettiva. Tematiche struggenti, come la violenza sulle donne e l’immigrazione, sono trattate con comicità e serietà insieme. Ma è comunque la dimensione umoristica e surreale che domina; non solo risate, ma anche ragionamento e critica, stimolati da questo mattatore del palcoscenico. Seguire la performance di questo affabulatore del nonsense lascia senza fiato; ci induce a non essere “individui seminascosti” e trovare la strada giusta per noi, magari seguendo le “piante (o piantine) dei nostri piedi” così come dice l’attore bolognese.

Biglietti ancora disponibili per entrambi gli spettacoli.

GLI SPETTACOLI:

Teatro Giuditta Pasta (Saronno – VA)

venerdì 22 novembre 2019 | ore 21.00

BEPPE SEVERGNINI in

DIARIO SENTIMENTALE DI UN GIORNALISTA

VIAGGIO DENTRO AL CAMBIAMENTO PERSONALE, PROFESSIONALE, NAZIONALE E MUSICALE

Messinscena musicale tratta dal libro Italiani si rimane di Beppe Severgnini

con la guida musicale di Serena Del Fiore

una produzione Mismaonda

Biglietti: posto unico intero 15 euro

___________________________________________________________________________________________________

Teatro Giuditta Pasta (Saronno – VA)

sabato 23 novembre 2019 | ore 21.00

ALESSANDRO BERGONZONI in

TRASCENDI E SALI

regia di Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi

scene di Alessandro Bergonzoni

produzione Allibito srl

Biglietti: intero 30 euro; ridotto 26 euro; ridotto under26 15 euro

__________________________________________________________________________________________________

Per informazioni e prenotazioni:
Uffici tel. 02 96701990 – biglietteria tel. 02 96702127
WhatsApp: 333 5676085
info@teatrogiudittapasta.it
www.teatrogiudittapasta.it

(17 novembre 2019) – Tutti gli eventi di RETE ROSA a Saronno e dintorni

Gent.me e gent.mi

anche quest’anno l’Associazione RETE ROSA – Centro Antiviolenza Territoriale di Saronno onora la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne che ricorre il 25 novembre con una vasta serie di eventi, in collaborazione con Comuni, Enti ed Associazioni del Comprensorio.

L’iniziativa principale a cui abbiamo il piacere di invitarVi si svolgerà a SARONNO SABATO 23 nel pomeriggio, a partire dalle 15.00: un lungo e festoso corteo accompagnerà la MAXI RETE realizzata da RETE ROSA da piazza San Francesco a Villa Gianetti, sfilando lungo Corso Italia, con l’intento di coinvolgere il maggior numero di persone possibile. In allegato la locandina che illustra l’evento.

Vi segnaliamo inoltre le altre iniziative dell’Associazione sul territorio a cui speriamo di incontrarVi:

  • Giovedì 21 a CISLAGO, alle 21.00, presso Villa Isacchi: serata informativa e laboratorio di sensibilizzazione “In rete contro la violenza”
  • Domenica 24 alle 9.30 a CARONNO: marcia “Passi… per fare la differenza” e alle 10.00 a GERENZANO: “Camminata in rosso”
  • Sempre domenica 24, ma nel pomeriggio a ROVELLASCA: alle 15.00 presso la scuola primaria, “Non una di meno” incontro per illustrare il fenomeno della violenza di genere e le attività del Centro Antiviolenza
  • Venerdì 29 a LAZZATE, alle 21.00, all’Arengario del Comune, serata coi genitori su educazione al rispetto e ruoli della famiglia e della scuola nel contrasto alla violenza sulle donne
  • Inoltre nella settimana dal 25 al 29 novembre, grazie alla collaborazione con l’Associazione Panificatori della Provincia di Varese, in tutti i panifici del Saronnese, per il quarto anno consecutivo il sacchetto del pane speciale con lo slogan contro la violenza
  • Ultimo appuntamento: venerdì 6 dicembre presso l’Ospedale di Saronno, dalle 10.00 alle 17.00: “Oggi anch’io dico no”, banchetto informativo e di raccolta fondi a favore delle donne vittime di violenza e in sostegno ai percorsi di ascolto, accoglienza e assistenza che il Centro Antiviolenza offre

Anche di queste iniziative troverete a giorni sul sito di Rete Rosa e sulla nostra pagina FB ampio risalto.

Liete di poterVi avere numerose e numerosi al nostro fianco, cogliamo l’occasione per porgerVi cordiali saluti.

Le operatrici e le donne di Rete Rosa

(15 novembre 2019) – Le opere di Paolo Boscolo in mostra dal 23/11 al 12/12 al Club La Meridiana di Modena

L’istinto e la mente opere in mostra a Modena.

Il 23 Novembre nella villa del Club La Meridiana a Casinalbo di Formigine inaugura alle ore 17.30 la mostra di pittura e scultura “L’istinto e la mente” curata da Barbara Ghisi. Nella villa settecentesca opere di artisti contemporanei che si sfidano e confrontano sul piano astratto e informale. Di ritorno dalla Personale a Matera ritroviamo il noto artista reggiano Alfonso Borghi. Dopo la pubblicazione del catalogo Borghi Anthology edito dalla Mondadori, riparte con una nuova ricerca e produzione. In esposizione gli ultimi astratti materici del 2019. Paolo Boscolo è nato a Saronno (VA) e vive a Mozzate di Como. Partito nel 1997 dai volti surreali è giunto alla totale astrazione fino alle opere informali, con aggiunta di materiali diversi. Riporta nelle opere le proprie fantasie e il senso ludico che da sempre lo attrae. Doriano Ghidotti è nato a Pavia ma risiede a Mantova. Diplomato maestro d’arte all’I.S.A Giulio Romano, dopo aver sperimentato e appreso tutte le tecniche artistiche si è dedicato alla pittura informale senza limiti di convenzioni, attraverso l’aerografia. Le opere di Silvana Martini hanno ritmicità cromatica e spaziale. L’artista originaria di Camerino in provincia di Macerata espone dipinti astratti dove la musicalità è l’elemento trascinante. Tra le sue principali esposizioni quella alla Galleria Bellman di Stoccolma. Nato a Modena Giorgio Storchi classe 1969 si divide viaggiando tra la sua città natale e Parigi dove vive dal 2014. Autodidatta si è dedicato pienamente all’arte dopo essere stato imprenditore. La sua pittura su tela è libera da ogni influenza accademica e partita da abbinamenti con materiali vari, ad oggi si è alleggerita per giocare con le diverse fusioni degli smalti. Modenese è anche la pittrice Paola Morandi interessata alla tecnica degli inchiostri ad alcool che affascinano per la trasparenza, la brillantezza dei colori e i suoi effetti evanescenti. Da qui nasce la sua passione per l’astrattismo e l’informale anche attraverso l’uso dei colori acrilici in parte molto diluiti. Il pittore e scultore Fabio Fattori diplomato al Venturi di Modena si è occupato di disegno architettonico e dal 1965 al 1999 ha insegnato discipline artistiche nelle scuole statali. Espone dal 1978 e le sue opere figurano in collezioni e gallerie pubbliche e private. Ad oggi insegna a Nonantola all’associazione La Clessidra. Con.dividendo è un collettivo di 5 persone, nato tra Casalgrande e Modena. Giuseppe Cusimano e Luca Casini (gli artisti) propongono opere ispirate all’arte concettuale dinamica. Utilizzano materiali di scarto che sovente accostano con oggetti di riciclo, amalgamandoli tra loro. L’intento è quello di rivitalizzare materiale destinato allo scarto dando vita a pensieri e riflessioni su temi del vivere quotidiano. Aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle 19 fino al 12 Dicembre.

Info celI. 328 8662152

(14 novembre 2019) Anghingò, dei bagolari che ne fo’

Anghingò, dei bagolari che ne fo’

La vicenda dei bagolari di via Roma ha assunto i toni di una telenovela.

Inizialmente gli alberi di via Roma avrebbero dovuto essere rimossi completamente, poi solo una parte, poi di nuovo tutti, infine nessuno, poi forse venti. Anzi, no, ventinove. Quindi oltre la metà di quelli rimasti, dopo che la furia distruttrice della Giunta Fagioli ne aveva già sterminati ben nove lo scorso inverno.

Bagolari cattivi! Malati! Sporcano! Spaccano i marciapiedi e le radici irrompono nelle nostre case!

Certe espressioni ricordano i toni della lega nazionale quando parla di immigrati. Che questi poveri alberi siano sbarcati sulle spiagge del Lura, venendo dall’Africa su dei barconi?

Ma poi i bagolari sono diventati buoni. Sicuramente si sono redenti come l’Innominato del Manzoni, oppure semplicemente hanno deciso di votare lega.

I nostri lettori perdoneranno l’ilarità con cui siamo costretti a vedere una vicenda infelice per la nostra città.

Il nostro intento non è prendere in giro nessuno, ma stimolare alla chiarezza e alla verità.

Quello che non va bene è che non siano mai state spiegate le ragioni delle diverse scelte che si sono succedute nel tempo.

Con lo spirito investigativo da Hercule Poirot abbiamo fatto funzionare le nostre celluline grigie e abbiamo maturato la convinzione, peraltro avallata da tanti articoli sui media, che la motivazione di questo trasformismo sia un finanziamento. Se si tagliano i bagolari, la pista ciclabile che correrebbe sugli spazi liberati dagli alberi stessi, sarebbe “a norma” e quindi in regola con il bando per ricevere denaro.

Se i bagolari rimangono, la pista sarebbe troppo stretta e i soldi non arriverebbero.

Bene. Che male c’è a dirlo? Che problema c’è a dichiarare sin da subito questa alternativa, ascoltando la cittadinanza per capire che cosa ne pensi?

Quindi allo stato attuale i bagolari rimangono? Quasi certamente no.

Con il progetto attuale – preparato alla chetichella dall’amministrazione Fagioli – se ne salverebbero solo una minima parte. Appaiono singolari i tempi: prima della fine di Novembre il Tar si sarebbe dovuto pronunciare sul ricorso contro il taglio degli alberi presentato da alcuni cittadini del Comitato Salva Via Roma.

Forse il Comune ha giocato in anticipo perché pensava di perdere il ricorso davanti al TAR? Il sospetto è lecito.

Leggendo infatti la Delibera di giunta n°172 – che rende immediatamente esecutivo il nuovo progetto della ciclometropolitana – la questione appare quanto mai fumosa.

Assodato che gli alberi erano 60 e 9 sono già stati abbattuti senza troppi complimenti, anche la sorte dei rimanenti 51 non appare per nulla serena. Si parla di 29 alberi da “valutare” in sede operativa, in quanto non compatibili con il progetto della nuova ciclabile. Il problema quindi – ribadiamo – non è il dover rifare i marciapiedi, come più volte è stato venduto anche dall’ assessore ai Lavori pubblici Lonardoni, o i fantomatici danni alle fognature visto che non è stato ancora dimostrato essere stati causati dalle radici.

I marciapiedi avrebbero potuto essere rifatti già da mesi, senza creare ancora disagi ai disabili e senza operare quasi nessun taglio. L’unico problema è il finanziamento per una ciclabile, che rimarrà comunque un’opera monca nel complesso della città.

Spicca – come sempre – il silenzio di tomba dell’assessore all’ Ambiente Guaglianone, che forse non considera gli alberi parte dell’ecosistema, dato che non ha mai proferito una sola parola su una vicenda che tiene banco ormai da mesi e dovrebbe teoricamente riguardare in modo diretto l’assessorato da lui presieduto.

Insomma, questo sembra l’ennesimo colpo di mano di una Giunta che – forte della propria maggioranza in Consiglio comunale – ha cancellato qualsiasi possibilità di confronto con i cittadini.

Ribadiamo che non intendiamo contraddire la giunta Fagioli, anche perché basta lasciarla parlare che lo fa da sola.

Il direttivo di Obiettivo Saronno

Novella Ciceroni

Cristiana Dho

Lorella Moiso

Sara Roccabruna

Luca Amadio

(14 novembre 2019) Nuovi controlli anti-droga della Polizia Locale

COMUNICATO STAMPA – AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SARONNO

NUOVI CONTROLLI ANTI-DROGA DELLA POLIZIA LOCALE

(Saronno, 14 novembre 2019) Nell’ambito degli indirizzi dati dal Sindaco Alessandro Fagioli, la Polizia Locale ieri notte, mercoledì 13 novembre, ha effettuato un nuovo servizio mirato alla prevenzione e repressione della microcriminalità e nello specifico al contrasto dello spaccio e consumo di droga con l’ausilio del cane.

Non è la prima volta che la Polizia Locale effettua questo tipo di servizio, sono infatti molti gli interventi svolti dagli agenti in questi anni di Amministrazione Fagioli. Un controllo della città che spesso viene effettuato anche in collaborazione con le Forze dell’Ordine: Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato.

Nello specifico l’intervento in questione ha dato il seguente riscontro: sono stati ritrovati 195,20 grammi di Hashish abbandonati in zona stazione; è stato denunciato un ragazzo 18enne trovato in possesso di 12 dosi di Marijuana del peso complessivo di 6,38 grammi ed è stato segnalato alla Prefettura di Varese, quale consumatore di sostanze stupefacenti, un minorenne straniero di 17 anni trovato con 2,30 grammi di Marijuana.

“La droga continua ad essere uno dei principali problemi della nostra società in quanto diventa sempre più difficile debellare il problema. In questi anni con i diversi sopralluoghi fatti, ho avuto modo di ‘conoscere’ tanti ragazzi e ragazze che a causa dell’uso di stupefacenti hanno perso il senso della dignità umana e precluso il loro futuro. E’ certamente compito delle istituzioni aiutare le famiglie a far emergere tali problematiche, soprattutto quando si è in presenza di minorenni, così che possano adeguatamente intervenire”. Lo dichiara il Sindaco di Saronno, Alessandro Fagioli

(14 novembre 2019) – Inaugurato lo spazio della Cooperativa Sociale il Granello

COMUNICATO STAMPA – AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SARONNO

INAUGURATO LO SPAZIO DELLA COOPERATIVA SOCIALE ‘IL GRANELLO’

(Saronno, 13 novembre 2019) Sabato mattina, 9 novembre, è stato inaugurato lo spazio della cooperativa sociale Il Granello a Saronno. A rappresentare l’Amministrazione comunale il vice sindaco e assessore al Bilancio, Pierangela Vanzulli e gli assessori Gianangelo Tosi (Servizi Sociali) e Lucia Castelli (Urbanistica)

“Quando circa un anno fa – ha raccontato il vice sindaco – gli amministratori della cooperativa sono venuti in Comune per descrivere il progetto, sono stata estremamente felice del fatto che una realtà di tale livello approdasse a Saronno. Nei 18 anni come assessore ai Servizi Sociali a Gerenzano, ho potuto verificare la competenza, la capacità professionale e soprattutto la grande umanità degli operatori della struttura. In una struttura di questo tipo, chi vi opera può avere certamente un grande arricchimento personale.

Non potevo quindi che essere contenta per questa opportunità che viene data alle persone che ne hanno bisogno e allo stesso tempo auspico una fattiva collaborazione con i Servizi Sociali di Saronno e del Distretto”.

Durante il suo intervento, il vice sindaco ha poi sottolineato l’impegno dell’Amministrazione nella struttura conosciuta come X2. “Stiamo terminando i lavori – ha detto – per poi utilizzarla con finalità sociali destinati in progetti che vedono convivere in appartamenti diversamente abili, papà separati e altre realtà in difficoltà sotto la supervisione di figure professionali esperte nel settore. Si sperimenterà anche la domotica negli appartamenti”.

(12 novembre 2019) Keramos off Gallery Inaugurazione sabato 23 novembre 2019 al Museo Gianetti

Comunicato stampa

KÉRAMOS OFF GALLERY

Inaugurazione sabato 23 novembre 2019

Lo scorso ottobre il Museo della Ceramica G. Gianetti ha festeggiato i suoi 25 anni dall’apertura della casa-museo, della collezione Gianetti e degli spazi espositivi.

L’evento ha dato inizio ad una serie di appuntamenti, il primo fra questi è KÉRAMOS OFF GALLERY, una mostra collettiva itinerante, di opere in ceramica moderna e contemporanea.

Questa mostra nasce dalla collaborazione con la Galleria GulliArte di Savona, in particolare con Antonella Gulli, titolare e curatrice  dell’omonima galleria. L’intento è quello di mostrare una panoramica di parte dell’arte ceramica, unendo, in un’unica rassegna, artisti contemporanei e del Novecento, italiani e stranieri che lavorano in Italia.

L’inaugurazione avrà luogo sabato 23 novembre alle ore 18 e la mostra sarà visitabile fino al 21 dicembre 2019.

Numerosi saranno gli artisti, figure eterogenee che hanno come comune denominatore l’utilizzo dell’argilla, modellata, cotta o decorata in modo unico  e diverso:

Elysia Athanatos, Sara Baruzzi, Narciso Bresciani, Licia Cicala, Mirco Denicolò, Evandro Gabrieli, Maria Heyerdhal, Enzo L’Acqua, Giorgio Laveri, Adriano Leverone, Sandro Lorenzini, Andrea e Marcello Mannuzza, Gulielmo Marthyn, Giorgio Moiso, Brenno Pesci, Carlo Pizzichini, Ylli Plaka, Renza Sciutto, Beppe Schiavetta, Carlo Sipsz.

Con il Patrocinio di:

Comune di Saronno, Città di Savona, Comune di Albisola Superiore, Comune di Albisola Marina, Comune di Terzorio, AICC Associazione Italiana Città della Ceramica

Travel Partner:

TRENORD s.r.l.

Collaborazioni e Support: Festival Internazionale della Maiolica, Associazione Paraxo
La Fornace, MeeTTTingpoint, Lampi Creativi

INFORMAZIONI:

Inaugurazione sabato 23 novembre ore 18, ingresso gratuito

Dal 23 novembre, martedì e giovedì dalle 15 alle 18, sabato dalle 15 alle 19. Ingresso libero

Museo della Ceramica G. Gianetti

Via Carcano 9, 21047 Saronno (VA)

Tel. 029602383 – Email: info@museogianetti.it

Canali social: facebook – instagram – pinterest – youtube

Elisa Rossini

Segreteria

Museo Giuseppe Gianetti

( 12 novembre 2019) Enrichetta dal ciuffo e la bellezza interiore. Il 17 novembre alle h 16 al teatro Giuditta Pasta

Comunicato stampa

ENRICHETTA DAL CIUFFO E LA BELLEZZA INTERIORE.

Da non perdere il secondo appuntamento per la rassegna Teatro Ragazzi – A teatro con mamma e papà. In scena, domenica 17 novembre alle ore 16.00, la celebre fiaba di Charles Perrault: Enrichetta dal Ciuffo, una produzione Teatroperdavvero con la regia di Marco Cantori, anche interprete insieme a Giacomo Fantoni.

Uno spettacolo sull’apparenza, la diversità e l’accettazione che si rivolge ai bambini dai 4 agli 8 anni.

Enrichetta dal ciuffo è una bambina molto brutta, ha i piedi e le gambe storte, la schiena curva, la testa che pende da una parte, un occhio chiuso ed è calva, con un solo ciuffettino di capelli. Nonostante il suo aspetto, una fata le regala un magico dono, la capacità di far diventare intelligente e simpatica come lei la persona di cui si innamorerà. Un giorno nel bosco incontra Clemente bel dente e l’episodio cambierà le sorti di entrambi.

Marco Cantori con il suo partner musicale Giacomo Fantoni, crea uno spettacolo assai divertente che utilizza insieme narrazione, musica (scritta con Diego Gavioli), voci fuori campo e cura delle immagini che ne illustrano gli ambienti, apparendo magicamente sui grandi fiori che formano la scenografia. Una fiaba canzone di felice ascolto e visione.

Al termine dello spettacolo Galli al Teatro offrirà la merenda al pubblico presente.

Teatro Giuditta Pasta (Saronno – VA)

domenica 17 novembre 2019 | ore 16.00

ENRICHETTA DAL CIUFFO

dalla celebre favola di Charles Perrault

con Marco Cantori e Diego Gavioli 

musiche di Giacomo Fantoni, Marco Cantori e Diego Gavioli 

scenografia di Marta Besantini 

voce fuori campo di Sofia Russo 

video: Diego Gavioli 

tecnica: Erio Lugli e Filippo Boschetti 

regia di Marco Cantori 

co‐produzione Teatro Perdavvero/N.R.G. Coop e Accademia Perduta/Romagna Teatri 

Biglietti:

intero 8 euro

ridotto 6 euro

( 7 novembre 2019) – Trentino in Piazza dal 15 al 17 novembre

COMUNICATOSTAMPA

Da venerdì 15 a domenica 17 novembre 2019, ospitato nella cornice di Piazza Libertà a Saronno, si terrà “Trentino in Piazza”. L’evento, che rappresenta un tradizionale appuntamento con il Trentino, è giunto alla sua ventiduesima edizione. Nelle tipiche casette di legno che sapranno ricreare un piccolo villaggio alpino, gli operatori proporranno articoli artigianali e prodotti enogastronomici della tradizione trentina. Il Trentino, grazie alle sue diverse zone climatiche che vanno dal lago di Garda fino alle cime delle Dolomiti, è in grado di offrire numerosi prodotti enogastronomici: vini, grappe, salumi, conserve, formaggi, dolci, miele e tante altre specialità che, spesso, sono uniche proprio per la loro caratteristica produzione locale. Una casetta sarà interamente dedicata alla promozione turistica della Val di Fassa.

Domenica 17, alle ore 16, si esibirà il Coro di San Romedio con canti tipici trentini.

Trentino in Piazza

da venerdì 15 a domenica 17 novembre 2019

Saronno – Piazza Libertà

Orari: venerdì dalle 12.30 alle 19.30, sabato e domenica dalle 9.30 alle 19.30.