4 dicembre 2020 – Dott. Franco Casali – Assessore ad Ambiente, Mobilità, Politiche Energetiche, Partecipazione : ATTIVATO IL PIANO NEVE

TTIVATO IL PIANO NEVE A SARONNO


In conseguenza della nevicata in atto, è stato attivato a Saronno il Piano Neve. Il piano, gestito da AMSA A2A Ambiente, si basa su diversi livelli di allerta (quattro per la neve e uno per il gelo) che specificano in che modo intervenire a seconda delle condizioni del territorio e delle previsioni meteorologiche, costantemente monitorate.


In questo momento siamo nella fase in cui sono state previste precipitazioni per meno di 12h, poiché la nevicata in corso dovrebbe trasformarsi in pioggia verso le 18. Sono stati quindi predisposti per l’intervento e attivati dalla prima mattina i mezzi spargisale oltre che le piccole turbo-frese da neve (in foto). Se le precipitazioni dovessero proseguire oltre le 12h e formare un deposito superiore ai 5 cm, saranno predisposti e attivati anche i mezzi con lama di maggiori dimensioni. Questi protocolli d’intervento sono pensati per garantire la pulizia dei percorsi senza danneggiare il manto stradale.


Ricordiamo che, in caso di nevicata, tutto il personale AMSA A2A Ambiente ed ECONORD, e i mezzi abitualmente utilizzati per la pulizia delle strade vengono impiegati per spazzare la neve, partendo dalle zone dove è più necessario come scuole, ospedali, piazze, sagrati delle chiese, ecc.


Resta inoltre in vigore l’ordinanza per la disciplina della circolazione per lo sgombero della neve, di cui abbiamo dato notizia il 16 novembre e che riportiamo.
Infine, è sempre attivo per emergenze e segnalazioni il numero verde AMSA 800 332 299.


Dott. Franco Casali – Assessore ad Ambiente, Mobilità, Politiche Energetiche, Partecipazione

4 dicembre 2020 – Giulia Mazzoldi – Assessore Commercio e Attività Produttive: RIACCENDIAMO SARONNO

RIACCENDIAMO SARONNO


Le festività natalizie e di fine anno sono un momento importante per tutti noi, singoli cittadini e famiglie. Lo sono anche per tutte le categorie commerciali, che in questo 2020 arrivano all’appuntamento più atteso, con grande difficoltà, provate da più di un lockdown, che le ha messe in ginocchio. 


Ho incontrato, con il Sindaco Airoldi, DUC e Confcommercio Ascom Saronno per confrontarci sullo sviluppo delle attività commerciali della città. Insieme si è fatta una panoramica generale sulla progettualità in essere e un ragionamento condiviso, sulle strategie future. Ci siamo trovati uniti per difendere il nostro tessuto commerciale che è linfa vitale per Saronno e che insieme dobbiamo sostenere. Come? Scegliendo di fare acquisti dai nostri commercianti, per sostenere il commercio locale e valorizzare gli imprenditori che, nonostante questo difficilissimo momento, si sono attivati con i servizi di delivery (anche attraverso la piattaforma Punto shop) al fine di garantire il servizio a tutta la cittadinanza. 


Insieme si può, sempre e comunque. In fondo Saronno siamo noi, noi tutti. Facendo squadra ancora una volta, possiamo davvero superare questo momento così critico. Portando acqua al mulino, al nostro, riusciremo a creare una circolarità fondamentale per la nostra città. È il momento di credere nel nostro commercio di vicinato e nelle potenzialità di Saronno.


Quest’anno, per molteplici ragioni, non affolleremo i centri commerciali, non percorreremo le vie degli acquisti delle grandi città. Probabilmente sceglieremo di comprare online i regali per i nostri amici e parenti, ma invece di arricchire i big dell’e-commerce, perché non sfruttiamo questa festività per supportare i commercianti locali? Per la prima volta l’Amministrazione ha deciso di contribuire alla spesa delle luminarie perché Saronno non debba rinunciare all’atmosfera natalizia per le vie del centro che quest’anno, rischiavano di essere sguarnite e senza addobbi. 


Come amministrazione, abbiamo deciso di porgere una mano ai commercianti, cooperando con le associazioni DUC e Ascom per riaccendere Saronno vestendola di luci, regalandoci un’atmosfera natalizia che possa essere di buon auspicio per tutti noi.


Giulia Mazzoldi – Assessore Commercio e Attività Produttive

4 dicembre 2020 -REINDEER HUNTING LA BELLEZZA È INTORNO A NOI

REINDEER HUNTING LA BELLEZZA È INTORNO A NOI La Caccia alla bellezza è un progetto di arte partecipata che l’artista Maurizio De Rosa (Monza) conduce dal 2009 su tutto il territorio nazionale. Tale proposta sfrutta le regole della caccia al tesoro arrivando a stimolare la ricerca di uno sguardo nuovo sui luoghi anche già conosciuti, oltre alla consapevolezza del patrimonio artistico, culturale, paesaggistico e architettonico del nostro paese. Tutto ciò viene fatto al fine di creare una forte connessione tra il territorio e le persone che lo abitano. Quest’anno il progetto prende il titolo di: Reindeer Hunting la bellezza è intorno a noi. Tale evento, oltre ad avere le finalità precedentemente esposte, desidera porre in connessione tutti i luoghi e le persone che nel tempo hanno collaborato con l’artista coinvolgendo tutte le regioni italiane. In tal modo si attivano dei processi di relazione, di ricerca, di esplorazione, di condivisione; anche attraverso i social network (più che mai in questo periodo). Il Museo della Ceramica G. Gianetti, che ha già collaborato più volte con l’artista, partecipa a questa iniziativa trasportando il progetto nella città di Saronno. Per il centro della città e all’interno del giardino del museo verranno nascoste circa cinquanta piccole renne numerate in terracotta (cm 4×4) create dallo stesso Maurizio Della Rosa che, a partire da domenica 13 dicembre, sarà possibile cercare e trovare. All’interno di ogni renna è inserito un messaggio sulla bellezza. Un invito alla riflessione. Chiunque dovesse scoprire la terracotta sarà libero di portarla a casa con sé, non prima però di aver fatto una fotografia alla renna sul luogo del ritrovamento e averla postata sui social con l’hashtag ufficiale dell’evento: #trovalarenna, taggando il Museo della Ceramica G. Gianetti e la pagina fb di riferimento dell’evento fox-huntig – caccia alla bellezza. L’azione non prevede assembramenti né contatti diretti tra le persone. Rispetta le limitazioni di distanziamento sociale. Ognuno potrà guardarsi intorno e riscoprire la propria città osservandola con occhi nuovi. Con il Patrocinio del Comune di Saronno.

4 dicembre 2020 – LEGA LOMBARDA SARONNO: Lucia Castelli “Obiettivo Tutela del Suolo”

«Obiettivo Tutela del Suolo»

Lucia Castelli, ex assessore all’urbanistica, celebra la Giornata Mondiale del Suolo

Saronno, 4 Dicembre 2020
Al giorno d’oggi, nel pieno della rivoluzione hi-tech, ci si è finalmente resi conto dell’importanza concreta e
vitale che riveste il suolo, e quanto sia di primaria importanza la sua salvaguardia, pena la compromissione
del già fragile ecosistema in cui viviamo. Questa esigenza ha portato le Nazioni Unite a voler dedicare a
questa tematica una giornata mondiale, individuata nel 5 Dicembre, al fine di sensibilizzare tutto il mondo
riguardo la centralità che il suolo riveste nella nostra quotidianità.
E’ essenziale che ovunque lo sviluppo urbanistico del territorio tenga conto dell’urgenza di non soffocare il
suolo con colate di cemento. E questo obiettivo può essere raggiunto vietando l’edificazione dei terreni
vergini, ovvero quei terreni su cui mai sono sorte costruzioni e che tutt’ora risultano boschivi o dedicati alle
coltivazioni.
Lo sviluppo urbanistico/edilizio quindi è opportuno si concentri nelle aree già costruite, in genere collocate
nei centri storici: la riqualificazione degli edifici ormai dismessi è lo strumento più opportuno con cui le città
possono svilupparsi e rispondere alle esigenze del contesto sociale del tempo. Meglio ancora se gli edifici
possono svilupparsi in altezza così da non consumare suolo. Anzi, lo sviluppo in altezza ha il grande
vantaggio di lasciare ampi spazi da dedicare ad aree verdi senza mortificare le necessità funzionali della
città.
Proprio questo principio ha ispirato lo sviluppo urbanistico di Saronno di questi ultimi anni: nel rispetto del
PGT sono stati favoriti i recuperi di aree centrali o semicentrali su cui già insistevano edifici ormai obsoleti
che sono stati trasformati in costruzioni di più piani all’interno delle quali sono state collocate varie
funzioni. Ma soprattutto sono stati previsti grandi parchi che permetteranno di preservare e valorizzare il
territorio cittadino.
Carlo Pescatori Lega Lombarda

4 dicembre 2020 – LEGA LOMBARDA SARONNO: Pecatori “Giornata Mondiale del Suolo”

«Giornata Mondiale del Suolo» 

Carlo Pescatori fa una riflessione sull’operato fatto nel quinquennio 2015-2020 dalla giunta Fagioli per l’ambiente.

Saronno, 4 Dicembre 2020

Vorrei ricordare che domani 5 dicembre è la giornata Mondiale del Suolo. Ufficiosamente fondata in Thailandia nell’anno 2002, ma solo nel 2013 le Nazioni Unite hanno ufficializzato nel dicembre di ogni anno tale evento. 

Voglio ricordare che lo scopo fondamentale di tale giornata è voler accrescere tra i popoli la sensibilizzazione ambientale e di pensare a ridurre lo sfruttamento del proprio territorio.

E’ proprio su questo importante tema che volevo focalizzare l’attenzione: un territorio decisamente popolato e cementificato negli anni come il nostro Saronnese. La passata amministrazione Fagioli nel periodo 2015-2020 ha da subito orientato l’operato – per dove è stato inizialmente possibile e nell’arco di tempo consentito  dal suo mandato – in modo di concentrarsi sulla verifica  del proprio territorio  nella ricerca di quanto si poteva e si riusciva ad ottenere in termini di valutazione,  risanamento e sblocco di più aree dismesse. Le aree dismesse sono un ricordo di una realtà industriale molto forte e diffusa, ma che via via negli ultimi decenni si è spenta  lasciando  vaste aree ormai “dismesse” e da riconvertire in città. 

Ci siamo mossi al fine di recuperare e di sbloccare tale situazione di fondamentale degrado e pericolo persistente da anni e infatti si sono svolti incontri, verifiche e valutazioni di Autorizzazioni con le autorità preposte e le Proprietà, per trovare la via migliore che riporti tali terreni ad essere controllati e bonificati a norme di legge. 

Sono state compiute scelte accurate nel trovare dei compromessi nel rapporto tra consumo di suolo e area verde con le Proprietà, per vedere nei prossimi anni il fiorire di una rinascita di Suolo, a norma con il  PGT. Ci siamo riusciti?  Pensiamo di sì, ma ne daranno atto nel tempo, le rinascite della grande e vasta area ex -Cantoni, in zona Nord/Ospedale cittadino,  dell’area ex De-Nora, dell’area ex Cemsa (ex ISI), in via Varese/via Fermi, in via Dante, via Sabotino, via Sampietro, per cui  vaste acquisizioni di terreni per 152.600 mq pari a 30 campi di calcio (1,41% del territorio comunale) adibiti ad aree verdi comunali. 

Tutto ciò che è stato riportato è una conferma , in una giornata importante come questa del 5 Dicembre, che la cura e il recupero al meglio del Suolo Cittadino sono e devono essere una costante garanzia ed un impegno assoluto nei  Programmi amministrativi  di chi si prende cura di Amministrare il Bene pubblico. 

Il suolo è certamente un aspetto primario per la nostra sopravvivenza, non è il solo, ma troppo spesso diamo la sua presenza per scontata , mentre la speranza di una sempre più presente coscienza e sensibilizzazione in tal senso , sia di Leggi che agevolino e impongano seriamente tali direzioni e una lotta coesa tra le persone che compongono le varie forze politiche , non dimentichino che il nostro futuro è poi esclusivamente nelle nostre mani e nelle nostre scelte quotidiane.

Carlo Pescatori    Lega Lombarda Saronno  settore Ambiente   

4 dicembre 2020 – LEGA LOMBARDA SARONNO: Veronesi “Ristori e misure per aiutare commercianti, artigiani, imprenditori e lavoratori”

«Ristori dello Stato e della Regione Lombardia e le misure di aiutodell’Europa»

Il vicesegretario Angelo Veronesi fa il sunto della videoconferenza pubblica con l’On. Leonardo Tarantino econ il Consigliere Regionale GianMarco Senna

Saronno, 2 Dicembre 2020
. La Lega Lombarda di Saronno ha organizzato due serate a tema la prima il 2 dicembre con la
partecipazione dell’on. Leonardo Tarantino commerciante e membro della commissione parlamentare
Finanze e del consigliere regionale Gianmarco Senna imprenditore e presidente della commissione
regionale attività produttive, istruzione, formazione e occupazione per illustrare ai cittadini i ristori messi in
campo da Stato e Regione e la seconda il 7 dicembre con la europarlamentare Isabella Tovaglieri per
illustrare gli aiuti europei in tempo di covid: come le politiche comunitarie e gli aiuti economici
impatteranno sull’economia e sulle imprese.
Il 2 dicembre l’on Leonardo Tarantino era in diretta con la sezione della Lega Lombarda di Saronno dalla
Camera poco prima del suo intervento in aula contro le modifiche ai decreti sicurezza.
Scandaloso che in un momento così difficile per l’economia del Paese nel quale si sta approvando la legge
di bilancio che impegna le Camere per tre settimane, il Governo ha fatto ben quattro decreti ristori
dimenticandosi sempre qualche categoria di lavoratori, si debba discutere in merito ai decreti sicurezza
come se questi fossero diventati improvvisamente la priorità del Paese.
Le priorità sono ben altre. Ci sarebbe stato tutto il tempo per definire una linea di azione efficace per la
seconda ondata, ma il Governo sta rincorrendo la crisi pandemica ed economica con una serie di
provvedimenti sui ristori che sono stati rivisti ben quattro volte. I danni dal punto di vista economico sono
ancora peggiori con questa seconda ondata rispetto alla prima. Sono state chiuse le attività economiche
senza prevedere alcun ristoro e senza compensazioni economiche.
Il Parlamento ha votato a maggioranza assoluta un altro sforamento del limite massimo del debito dello
Stato. Grazie alla Lega e al centro destra si è chiesto che le risorse fossero impegnate per i ristori. E’ stato
sancito un importante cambiamento rispetto al passato, cioè che non si ragionasse solo per codici ATECO,
ma per calo di fatturato di almeno il 30%.
La somma di tutte queste manovre corrisponde ai quei 100 miliardi di euro che Matteo Salvini aveva
chiesto fin dall’inizio della crisi, per affrontare sia la crisi sanitaria sia la crisi economica. Questa cifra
avrebbe potuto essere calcolata così come l’aveva calcolata Salvini, per cui queste manovre governative
avrebbero potuto essere programmate per tempo dando uno scadenzario certo alle imprese, in modo che
gli imprenditori potessero riprogrammare la propria attività con la certezza che richiede il mondo
economico. Invece di mettere in calendario gli aiuti economici il Governo ha preferito inseguire la crisi
spostando le prevedibili scadenze all’ultimo momento e mettendo in difficoltà sia gli imprenditori sia i
professionisti del settore economico, creando ancora più danno all’economia perché non ha dato agli
imprenditori nemmeno una visione di breve periodo.

Il Governo non ha avuto la chiarezza di intenti necessaria per rassicurare il mondo economico con un calo
del PIL di 10 punti percentuali.
La Regione Lombardia ha attuato invece delle misure economiche che non sono da Regione, ma da Stato
vero e proprio. La Regione ha infatti sopperito ai grossissimi limiti dello Stato che ha dimostrato assoluta
mancanza di sensibilità verso i ceti produttivi. La differenza è che i lombardi lavorano mentre gli altri
parlano.
Angelo Veronesi, vice segretario Lega Lombarda Sarònn

2 dicembre 2020 – LEGA LOMBARDA SARONNO: Andrea Depalo “Si prosegue nella giusta direzione per il benessere dei disabili” Posta in arrivo

«Si prosegue nella giusta direzione per il benessere dei disabili»
Il responsabile del tema, Andrea Depalo, fa il punto sulla palazzina del Matteotti in onore della giornate mondiale della disabilità dell’ONU

Saronno, 2 Dicembre 2020
Applaudiamo il fatto che, per la Palazzina X2 del Matteotti, venga continuato il progetto intrapreso dalla nostra amministrazione per la condivisione sociale degli spazi negli appartamenti per padri separati,
famiglie in difficoltà temporanea e persone con disabilità alla ricerca di un cammino di autonomia fuori dalla famiglia di provenienza.
Ci fa inoltre molto piacere poter accostare questa buona notizia, attesa da molti, alla celebrazione della Giornata internazionale delle persone con disabilità.
Indetta dalle Nazioni Unite dal 1992, essa mira ad aumentare la consapevolezza verso la comprensione dei
problemi connessi alla disabilità e l’impegno per garantire la dignità, i diritti e il benessere delle persone
con disabilità. Ogni 3 dicembre la giornata è dedicata ad un tema specifico.
Il tema che l’ONU ha individuato per quest’anno è: “Ricostruire meglio: verso un mondo post COVID-19
inclusivo della disabilità, accessibile e sostenibile”.
Proprio in questa direzione va l’intervento di Cohousing del fabbricato X2.
L’assessore Pagani, in continuità con i progetti della precedente Amministrazione, ha espresso la volontà di
indire, già entro i primi mesi del prossimo anno, un bando di gara per la gestione della struttura.
Una scelta di buon senso, in linea con il tema di questa giornata internazionale delle persone con disabilità
e con la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità.
Auspichiamo un cammino condiviso anche in futuro e, personalmente, mi rendo disponibile ad avviare un
dialogo con l’Assessore Pagani, al fine di portare il contributo delle Opposizioni su tematiche che sono di
tutti.

Andrea Depalo, Responsabile disabilità Lega Lombarda

2 dicembre 2020 – LEGA LOMBARDA SARONNO: Claudio Sala “La maggioranza si è dimenticata il valore della partecipazione”

«La maggioranza si è dimenticata il valore della partecipazione»
Il segretario Lega Lombarda ritorna sul consiglio comunale del 30 novembre 2020

Saronno, 2 Dicembre 2020
La proposta di modifica del Regolamento dell’ultimo punto all’ordine del giorno dello scorso consiglio
comunale è pervenuta all’attenzione del Consiglio Comunale e dei Consiglieri tutti, in modo del tutto
sbagliato.
E’ un qualcosa di studiato in fretta e furia tra le segreterie politiche che compongono la maggioranza, senza
la minima condivisione con i gruppi di minoranza, e cosa ancor più grave non c’è stata una preventiva
illustrazione dei contenuti in nessuna sede.
Come si può pensare di coinvolgere ed informare i cittadini se non sono stati neppure informati e coinvolti i
consiglieri comunali di minoranza?
Questo punto all’ordine del giorno sarebbe stato più opportuno affrontarlo in modo diverso, istituendo una
commissione regolamenti in primis, dal momento in cui si hanno tutti gli strumenti per poterlo fare, e
successivamente, una volta discusso in commissione, trattarlo in consiglio comunale.
Questa semplice procedura, avrebbe innanzitutto evitato di rimanere incollati fino a tarda notte allo
schermo del PC, avrebbe inoltre permesso una maggiore condivisione e partecipazione tra tutti i gruppi
politici, ed infine avrebbe evitato al Presidente del Consiglio di alterarsi dinanzi ai legittimi 23 emendamenti
presentati dal gruppo Lega Lombarda.
Qualche consigliere di maggioranza ha cercato di difendere la scelta intrapresa, sostenendo che il materiale
era stato messo a disposizione di tutti i consiglieri e quindi condiviso, allora mi chiedo se questo è il
concetto di condivisione e partecipazione, che senso ha istituire le commissioni? Tanto basta ricevere il
materiale via mail.
Partecipazione significa dare un contributo al funzionamento all’espressione di un’attività, e noi consiglieri
della Lega Lombarda, che rappresentiamo il primo partito politico cittadino, abbiamo il dovere nei confronti
dei cittadini che rappresentiamo in consiglio comunale, di dare questo contributo.
L’atteggiamento del Presidente del Consiglio non è stato poi super partes, come dovrebbe essere, in quanto
noi consiglieri di minoranza non abbiamo percepito per nulla quella tranquillità che un Presidente del
Consiglio dovrebbe trasmettere a tutti i consiglieri, che siano di maggioranza oppure di minoranza. Ci
auguriamo solo che questo atteggiamento sia semplicemente una conseguenza emotiva causata dalla
disastrosa performance, dal punto di vista audio-video e di collegamento, del primo consiglio comunale
svolto in videoconferenza da questa amministrazione.
Claudio Sala, consigliere comunale e segretario cittadino Lega Lombarda

1 dicembre 2020 – da Museo della Ceramica G. Gianetti : PICCOLI MUSEI NARRANTI, UNA INIZIATIVA DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE PICCOLI MUSEI

COMUNICATO STAMPA
PICCOLI MUSEI NARRANTI, UNA INIZIATIVA DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE PICCOLI MUSEI
In occasione dell’evento Piccoli Musei Narranti, il Museo della Ceramica G. Gianetti partecipa alla maratona di letture,
da metà novembre a fine gennaio 2021. Il progetto consiste nello scegliere un’opera letteraria, un racconto, una
narrazione oppure degli articoli di giornale: l’importante è che i racconti rappresentino il museo, la sua continuità e il
territorio a cui appartiene. Sono più di 100 i piccoli musei che aderiscono, da tutta Italia, ed il riscontro di pubblico e
stampa è stato molto alto fin dall’inizio.
Il museo Gianetti propone 10 letture online per raccontare gli aspetti meno conosciuti dell’organizzazione, del luogo,
degli allestimenti, da punti di vista diversi. Si possono ascoltare sui social: facebook e YouTube. Tutte le narrazioni
verranno successivamente raccolte su un unico sito per creare una biblioteca digitale dei musei, la prima in Italia.
Primo ciclo di letture
COS’È UN MUSEO? A COSA SERVE? COSA C’È DENTRO? A queste e molte altre domande risponderemo, dando
spunti di riflessione e coinvolgendo il pubblico chiedendo risposte personali, attraverso alcune letture tratte dalla
Grammatica della Fantasia di Gianni Rodari.
20 e 27 novembre, 4, 11 e 18 dicembre alle ore 18.
In anteprima il mercoledì su Radiorizzonti in Blu, ospite Mara De Fanti, Direttrice del museo, con Gigi Volpi.
Secondo ciclo di letture a partire da gennaio
“ERA IL 1948…”
L’Italia, Saronno, e la vita tra la famiglia e la passione per l’arte, raccontata a due voci da Mara De Fanti e Angelo
Zilio, partendo dai diari personali di Giuseppe Gianetti e della moglie Nina Biffi per spiegare la nascita del Museo
della Ceramica.
1, 8, 15, 22 e 29 gennaio 2021 ore 18.
Le letture verranno registrate nelle sale del museo dallo staff di Radiorizzonti in Blu.
Il Museo della Ceramica è temporaneamente chiuso nel rispetto del DPCM, ma continua la sua attività di
condivisione dei contenuti attraverso il web, e riaprirà non appena possibile. #chiusinonfermi
Per far fronte alle difficoltà economiche di questo periodo, ha lanciato la campagna “Vasetti Imperfetti”: con una
donazione a partire da €5 si può ricevere in regalo un vasetto realizzato dallo staff con una piantina grassa. Il ricavato
servirà a sostenere le attività del museo che è da sempre promotore di cultura e sostiene a sua volta gli artisti,
valorizzandoli con progetti ed esposizioni.
Per ritirare i vasetti si può prendere appuntamento con la segreteria scrivendo a web@museogianetti.it, oppure
telefonando allo 029602383. La consegna verrà effettuata secondo le attuali normative di contenimento del virus
Covid-19.

1 dicembre 2020 – LEGA LOMBARDA SARONNO: Raffaele Fagioli “Consiglio Comunale disastroso”

«Consiglio Comunale disastroso»

Il capogruppo della Lega Lombarda fa la sintesi del consiglio comunale del 30 novembre 2020
Saronno, 1 Dicembre 2020
Un consiglio convocato in modo non regolare e riconvocato prepotentemente d’urgenza. Una riunione in videoconferenza organizzata in modo imbarazzante con continui problemi audio e video: dieci persone nella stessa stanza, in barba alle norme anti covid, senza cuffie e tutti a microfono acceso generando difficoltà tali da non consentire un dibattito corretto e sereno con una diretta streaming video senza
immagini.
Si aggiunga un preoccupante atteggiamento del Presidente del Consiglio che in più occasioni ha messo da parte il suo ruolo super partes per farsi paladino della maggioranza e il quadro desolante si comincia a delineare.
Inoltre il percorso privo di partecipazione scelto dall’amministrazione non rispetta quanto promesso in campagna elettorale: la maggioranza non ha voluto capire le proposte della Lega Lombarda e ha voluto imporre modifiche al regolamento senza prima discuterne in commissione. Non c’è stata condivisione con i gruppi di minoranza e non c’è stata una preventiva illustrazione dei contenuti in nessuna sede.
Sono mancati il confronto e la partecipazione, argomenti tanto cari alla sinistra da farne un mantra quando sedeva all’opposizione.
La maggioranza ha criticato i nostri emendamenti bollandoli come “ostruzione”.
Ma, ci domandiamo, quali altri percorsi democratici avremmo dovuto seguire per esporre le nostre proposte? Non in commissione, perché non è stata istituita, e nemmeno in conferenza dei capigruppo, perché non è stata coinvolta nella preparazione del testo. A questo punto resta il consiglio comunale e lo
strumento è l’emendamento.
L’amministrazione, evidentemente infastidita anche dal confronto in consiglio, avrebbe potuto istituire una qualsiasi commissione senza avere la minima necessità di imporre la modifica del Regolamento.
Ci troviamo da oggi un Regolamento che nulla aggiunge al precedente, se non vincoli e limitazioni che sembrano una forzatura voluta solo per una ripicca nei confronti della Lega.
Raffele Fagioli, capogruppo in consiglio comunale Lega Lombarda