(19 novembre 2019) – Funanboli della parola: Finesettimana a Tetro con Beppe Severgnini e Alessandro Bergonzoni

FUNAMBOLI DELLA PAROLA: FINESETTIMANA A TEATRO CON BEPPE SEVERGNINI e ALESSANDRO BERGONZONI

Due grandi professionisti, sapienti utilizzatori della parola, narratori del nostro tempo e affabulatori si passeranno il testimone sul palco del teatro Giuditta Pasta durante il weekend.

Venerdì 22 novembre, alle ore 21.00, Beppe Severgnini porta in scena le trasformazioni nei media a cavallo dei due secoli. Lo spettacolo “Diario sentimentale di un giornalista” si ispira al suo ultimo libro, Italiani si rimane.

Severgnini racconterà le trasformazioni nei media a cavallo dei due secoli filtrandole attraverso le sue esperienze professionali e personali. Una narrazione intima e ironica e una sorprendente messa in scena musicale che si avvale dell’apporto della giovane artista radiofonica Serena Del Fiore alla consolle. Un viaggio dentro al cambiamento – personale, professionale, nazionale e musicale: dalla scuola di Montanelli a via Solferino, dal primo articolo per La Provincia di Cremona al New York Times, dai libri alla radio, dalla televisione alla direzione di 7 – Corriere della Sera. Beppe Severgnini parla del tempo che passa, del legame con la terra e la famiglia, del piacere di insegnare e veder crescere nuovi talenti. Il racconto e le letture dell’autore saranno accompagnati da una colonna sonora. Perché i Talking Heads e Bruce Springsteen, The National e Franco Battiato sono anche occasioni professionali. E hanno riempito la vita di molti.

Sabato sera, 23 novembre (ore 21.00), vedrà il ritorno sul nostro palco di Alessandro Bergonzoni con il suo ultimo lavoro teatrale: “Trascendi e Sali”.

In questa innovativa opera, Bergonzoni tratta tematiche impegnative, senza però abbandonare quella particolare comicità che lo ha contraddistinto nel corso degli anni.  “Trascendere”: oltrepassare i limiti della realtà per raggiungere una nuova dimensione dalla quale guardare il mondo da un’altra prospettiva. Tematiche struggenti, come la violenza sulle donne e l’immigrazione, sono trattate con comicità e serietà insieme. Ma è comunque la dimensione umoristica e surreale che domina; non solo risate, ma anche ragionamento e critica, stimolati da questo mattatore del palcoscenico. Seguire la performance di questo affabulatore del nonsense lascia senza fiato; ci induce a non essere “individui seminascosti” e trovare la strada giusta per noi, magari seguendo le “piante (o piantine) dei nostri piedi” così come dice l’attore bolognese.

Biglietti ancora disponibili per entrambi gli spettacoli.

GLI SPETTACOLI:

Teatro Giuditta Pasta (Saronno – VA)

venerdì 22 novembre 2019 | ore 21.00

BEPPE SEVERGNINI in

DIARIO SENTIMENTALE DI UN GIORNALISTA

VIAGGIO DENTRO AL CAMBIAMENTO PERSONALE, PROFESSIONALE, NAZIONALE E MUSICALE

Messinscena musicale tratta dal libro Italiani si rimane di Beppe Severgnini

con la guida musicale di Serena Del Fiore

una produzione Mismaonda

Biglietti: posto unico intero 15 euro

___________________________________________________________________________________________________

Teatro Giuditta Pasta (Saronno – VA)

sabato 23 novembre 2019 | ore 21.00

ALESSANDRO BERGONZONI in

TRASCENDI E SALI

regia di Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi

scene di Alessandro Bergonzoni

produzione Allibito srl

Biglietti: intero 30 euro; ridotto 26 euro; ridotto under26 15 euro

__________________________________________________________________________________________________

Per informazioni e prenotazioni:
Uffici tel. 02 96701990 – biglietteria tel. 02 96702127
WhatsApp: 333 5676085
info@teatrogiudittapasta.it
www.teatrogiudittapasta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *