8 agosto 2020 – OBIETTIVO SARONNO: IL RICONOSCIMENTO ALLE ASSOCIAZIONI DEL LORO VALORE SOCIALE, CULTURALE ED EDUCATIVO SI VEDE DALLA VOLONTA’ DELL’AMMINISTRAZIONE A COLLABORARE

Saronno, 8 agosto 2020

Lettera aperta al Comune di Saronno di una cittadina che conosce bene la realtà delle associazioni con sede nell’edificio della suola Ignoto Militi.

È da più di sei anni che frequento come tesserata lo Spazio Must ex Spunk, associazione teatrale e musicale con sede a Saronno. Frequento questo luogo almeno una volta alla settimana e ho anche iscritto mio figlio al campus estivo qui organizzato. I locali che ospitano il Must sono di proprietà del Comune che, come da contratto di affitto regolarmente pagato, dovrebbe assicurare la manutenzione ordinaria e straordinaria necessaria per svolgere le varie attività previste. Ciò non avviene regolarmente da almeno dieci anni e la mancanza di interventi si è intensificata nell’ultimo periodo. I forti temporali che si sono susseguiti negli ultimi due mesi hanno creato parecchi disagi, allagamenti, fuoriuscita di acqua dai tombini del bagno, fiumi dalle finestre e infiltrazioni d’acqua addirittura dai muri in prossimità anche delle prese della corrente.

Spazio Must, con Andrea Leanza, ha sempre documentato i disastri che l’acqua provoca ad ogni temporale nella speranza che qualcuno dell’amministrazione comunale prendesse in mano la situazione e svolgesse le opere necessarie per garantire la sicurezza e l’agibilità dei locali con ristrutturazioni efficaci e durature.

Oltre allo Spazio Must, nei locali seminterrati della scuola Ignoto Militi ha sede il laboratorio del già citato Andrea Leanza – eccellenza saronnese premiato anche ai David di Donatello per i suoi lavori nella cinematografia e acclamato dai saronnesi per la fantastica trasformazione dell’attore Favino in Bettino Craxi nel film Hammamet – che ha subito molto danni in questi giorni a causa degli allagamenti.

Qui si trova anche la sede dell’ENPA che ospita alcuni gatti trovatelli: fortunatamente la premura delle volontarie e il loro spirito proattivo hanno evitato che i cuccioli si trovassero in una situazione traumatica e di pericolo.

Ultimo ma non per importanza si trova il Corpo Musicale di Saronno che in queste stanze svolge le prove per le manifestazioni tanto sentite dai cittadini e dal comune.

Come è possibile che, con tutte le utenze che frequentano questi locali, ad oggi ci siano: la tettoia dell’ingresso a rischio crollo, il cancello d’ingresso con molla montata da poco e già caduta, imbiancature e manutenzioni degli spazi comuni assenti da oltre 10 anni, infissi che non si chiudono, porte che si stanno sgretolando con l’impossibilità di cambiarle nonostante i continui furti e le serrature rotte. Da cittadina attiva mi vergogno della situazione e non concepisco l’assoluto immobilismo del Sindaco e della Giunta attuali che hanno governato per cinque anni senza muovere un dito per risolvere la situazione. Spero che questa mia lettera sia condivisa da tanti: solo così, con la forza di una squadra allineata e coesa, si potranno cambiare le cose.

Francesca Marchetti

Candidata Consigliere

per Obiettivo Saronno con Novella Ciceroni Sindaco

La Lista civica indipendente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *